Tagli alla scuola: allarme nel settore turismo scolastico

Tagli alla scuola: allarme nel settore turismo scolastico
Un convegno per trattare i delicati temi dell’organizzazione, della scelta del viaggio e delle responsabilità delle parti

 

 

 

11 ottobre 2010 – Un incontro importante e atteso quello che si tiene oggi presso e con il patrocinio della Provincia di Roma promosso dalla Fiavet Lazio. Al centro del convegno-dibattito, la corretta organizzazione dei viaggi d’istruzione, le problematiche legate ai disservizi turistici di ogni natura, le responsabilità dei contraenti e le modalità per una migliore riuscita del viaggio.

L’incontro, aperto dal Presidente della Fiavet Lazio, Andrea Costanzo, vede la  partecipazione dell’Assessore al Turismo della Provincia di Roma, Patrizia Prestipino, dell’Assessore alle Politiche della Scuola della Provincia di Roma,  Paola Rita Stella, del Responsabile dell’Ufficio Legale Fiavet, Avv. Federico Lucarelli e dell’Esperto del ramo assicurativo, Edoardo Barni.

All’appuntamento sono intervenuti anche i dirigenti scolastici e amministrativi, i docenti responsabili del turismo scolastico e le più importanti agenzie di viaggi.

Il turismo scolastico costituisce un importante segmento della domanda turistica – ha dichiarato Andrea Costanzo – ogni anno più di quattro milioni di studenti trovano nel viaggio d’istruzione un modo per fare lezione fuori dalle mura scolastiche. L’anno scorso nel Lazio sono stati circa 100.000. Il pullman rimane ancora il mezzo di trasporto preferito anche se è in aumento il traffico aereo. Aumentano gli scambi culturali con gli istituti stranieri anche grazie alle opportunità formative espresse dai progetti assistiti europei”.