Responsabilità dell'ADV nel rilascio visti


Responsabilità dell’ADV intermediaria, emittente biglietteria, nel rilascio visti

Gentile Associato,

riscontro il Suo quesito inviato con mail del 15 dicembre u.s. per segnalarLe che, a mio avviso, pur non essendo la questione di univoca e certa interpretazione, tenuto conto che siamo in ambito d’interpretazione della diligenza professionale di un intermediario di cui all’art. 1176 C.C., ritengo che sia da preferire l’interpretazione fornita dall’Assicurazione. Ed infatti, poichè il mandato dell’intermediazione per il venditore della biglietteria ha ad oggetto l’adempimento diligente del reperimento del contratto di trasporto aereo, secondo i bisogni indicati dal cliente, e con un vettore affidabile, ritengo che non rientri in un tale mandato anche attività connesse, da ritenersi accessorie all’oggetto dell’intermediazione. Tale lettura è stata confermata recentemente dal Tribunale di Genova, Sezione I, sentenza del 27 agosto 2007 che, in un caso del tutto analogo al Suo, ha sancito che “..Allorchè oggetto della prestazione dell’agente di viaggio è quella di fornire un biglietto aereo, l’esatto adempimento del contratto è costituito dal rilascio del titolo di viaggio, idoneo ad assolvere alla funzione di cui l’acquirente intendeva destinarlo ed in ragione della quale si è risolto all’acquisto. Stante il fatto che il mandato all’agenzia aveva ad oggetto, oltre all’acquisto del biglietto aereo, anche quello di fornire adeguate informazioni sulle condizioni di ammissione del paese di arrivo, non si può pretendere che il semplice commerciante di biglietti si interessi di prestazioni accessorie non richieste