AGGIORNAMENTO LISTA NERA COMUNITARIA VETTORI

AGGIORNAMENTO LISTA NERA COMUNITARIA VETTORI

 

Comunichiamo ai nostri Associati che, il 4 dicembre 2012, è stato diramato dalle istituzioni comunitarie competenti un aggiornamento della “black list” delle compagnie aeree ritenute non sicure. Il nuovo elenco è entrato in vigore il 6 dicembre 2012 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea.

 

Rispetto all’ultima lista pubblicata, risalente al mese di aprile c.a., alcune importanti modifiche sono intervenute:

1)    Sono stati aggiunti alla lista nera tutti i vettori aerei certificati in Eritrea;

2)    Al contrario, grazie ai miglioramenti nel settore della sicurezza che la Mauritania ha operato, tutti i vettori aerei certificati in questo Paese sono stati cancellati dalla “black list”;

3)    Lo stesso è accaduto per il vettore della Giordania “Jordan aviation” che è stato rimosso dalla lista.

 

È importante sottolineare come non ci sono stati ancora cambiamenti per quanto riguarda le Filippine e l’Indonesia; infatti tutti i vettori aerei certificati dalle competenti Autorità filippine e indonesiane sono ancora banditi dall’Unione Europea. Fanno eccezione i sei che seguono: Garuda Indonesia, Airfast Indonesia, Ekspres Transportasi Antarbenua, Indonesia Air Asia and Metro Batavia.

 

Alla luce delle recenti modifiche, la lista nera dell’Unione Europea include i seguenti vettori aerei:

 

          Sono tre i vettori la cui attività è totalmente proibita all’interno dell’U.E.: si tratta di Blue wing airlines del Suriname, Meridian Airways del Ghana e Conviasa della Repubblica  Bolivariana del Venezuela.

          Seppur con alcune eccezioni, sono totalmente banditi dallo spazio aereo dell’U.E. tutti i vettori provenienti da questi  20 Paesi: Afghanistan, Angola, Repubblica del Benin, Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica di Gibuti, Guinea equatoriale, Eritrea, Gabon (fanno eccezione tre vettori che possono operare con alcune restrizioni e solo a determinate condizioni), Indonesia (con l’eccezione di sei vettori), Kazakistan (con fa eccezione un solo vettore che può operare con alcune restrizioni e solo a determinate condizioni), Kirghizistan, Liberia, Mozambico, Filippine, Sierra Leone, Sao Tomé e Principe, Sudan, Swaziland e Zambia.

          10 vettori aerei sono autorizzati a operare nell’Unione Europea seppur con restrizioni e a determinate condizioni: Air Azana del Kazakistan, Afrijet, Gabon Airlines e SN2AG del Gabon, Air Koryo della Repubblica Popolare della Corea, Airlift international del Ghana, Air Service Comores dell’Unione delle Comore, Iran Air della Repubblica islamica dell’Iran, TAAG Angolan Airlines della Repubblica dell’Angola e Air Madagascar del Madagascar.

 

Si ricorda inoltre che la black list è disponibile in tutte le lingue ufficiali dell’U.E. sul seguente link: http://ec.europa.eu/transport/modes/air/safety/air-ban/index_en.htm

 

Si rammenta infine che, ai sensi del Regolamento CE 2111/2005, agli agenti di viaggio ed ai tour operator corre l’obbligo di portare la lista nera dell’Unione all’attenzione del passeggero.

 

 

                  

                                                                           Avv.to Federico Lucarelli

                                                                            Ufficio Legale Fiavet

 

 

Cordiali saluti

 

 

Fiavet Lazio

La Segreteria

 

Prot. 310/12  –  news 151 – dal sito: www.fiavet.lazio.it