Acconto IVA 2010 – Versamento entro il 27 Dicembre 2010

 

 

Acconto IVA 2010 – Versamento entro il 27 dicembre 2010

 

 

Informiamo i nostri Associati che entro il prossimo 27/12/2010 i contribuenti titolari di partita IVA dovranno procedere  al calcolo
 ed al  versamento dell’acconto IVA 2010.

 

Ø         Chi  è esonerato dal versamento dell’acconto

Tra i contribuenti  che  non debbono versare l’acconto vi sono :

a)   I contribuenti che hanno iniziato l’attività nel corso del 2010;

b)   I contribuenti mensili che, nel dicembre 2009, avevano chiuso la liquidazione iva a credito;

c)    I contribuenti trimestrali che avevano chiuso in credito  la liquidazione iva del IV trimestre;

d)   I contribuenti che prevedono di chiudere a credito l’ultima liquidazione dell’anno 2010

e)   I contribuenti che hanno cessato l’attività entro il 30/11/2010 (mensili ) o entro il 30/09/2010 (trimestrali)

f)     I contribuenti che hanno effettuato soltanto operazioni esenti o non imponibili ai fini IVA

 

Ø         Modalità di calcolo

L’acconto può essere calcolato utilizzando  tre diversi metodi di calcolo, altrenativi tra loro, che possono sinteticamente essere
riassunti nella seguente tabella :

 

Metodo

Contribuenti mensili

Contribuenti trimestrali

Storico

Consiste nel versamento del’88% dell’importo IVA a debito per il mese di dicembre 2009

Consiste nel versamento del’88% dell’importo IVA a debito per il IV trimestre  2009

Previsionale

Consiste nel versamento del’88% dell’importo IVA a debito previsto per il mese di dicembre 2010

Consiste nel versamento del’88% dell’importo IVA a debito previsto per il mese di dicembre 2010

Liquidazione intermedia

Consiste nel versamento del’100% dell’importo IVA a debito  che scaturisce dalla liquidazione effettuata alla data del 20/12/2010

 

Il calcolo effettuato con il metodo storico  è  semplice e veloce,  il versamento è pari all’88% dell’importo indicato nel rigo VH 12
(o al rigo VL 38)   della dichiarazione IVA relativa all’anno 2009.

 

Qualora il contribuente ritenga che  nel mese di dicembre 2010 (o nel IV trimestre) le operazioni ai fini IVA siamo minori rispetto al
2009 può scegliere di utilizzare il metodo previsionale : in questo caso si dovrà procedere ad una stima  delle operazioni effettuate
nel mese di dicembre ( contribuenti mensili) o nel periodo ottobre/dicembre  (contribuenti trimestrali). È opportuno che la stima sia
effettuata con sufficiente certezza in quanto in caso di  errore
, sulla somma non versata sarà applicata la sanzione del 30%
(oltre interessi).

 

Esempio  su  contribuente trimestrale

Acconto 2010  – calcolato con il metodo previsionale  – versato il 27/12/2010

1.750,00

Saldo 2010 – versato il 16/03/2011

300,00

Totale versato relativo all’ultimo trimestre ultimo trimestre

2.050,00

 

Acconto IVA 2010  dovuto (88% sul Euro 3.450,00)

1.804,00

Acconto IVA 2010 versato

1.750,00

Minor versamento acconto  che fa scaturire l’applicazione della sanzione

 

Il calcolo con il metodo della liquidazione intermedia si basa sulle operazioni effettuate sino al 20 dicembre. In particolare, l’acconto è pari al 100% dell’importo risultante da un’apposita liquidazione che tiene conto dell’Iva relativa alle operazioni effettuate alla data del 20/12/2010.  Si tratta di una vera e propria liquidazione da stampare anche sui libri IVA.

 

Ø         Termini e modalità di versamento

Il versamento deve essere effettuato entro il giorno 27/12/2010 con il modello F24 da inviare esclusivamente in modalità telematica.

I codici da utilizzare sono :

         6013            per i contribuenti mensili

         6035            per i contribuenti trimestrali

Se l’importo dell’acconto  è inferiore ad Euro 103,29 non deve essere versato.

Non è prevista la possibilità di rateizzare il versamento.

 

Ø         Il ravvedimento operoso dell’acconto IVA

Si rammenta che il mancato o carente versamento dell’acconto IVA genera l’applicazione di una sanzione  del 36% sulle somme non versate.

Per evitarla si può utilizzare  il ravvedimento operoso entro il termine della presentazione della dichiarazione IVA relativa all’anno 2010.

In questo caso  gli importi da versare, oltre l’imposta naturalmente, saranno:

Ø     Sanzione ridotta calcolata sull’importo  dell’acconto IVA da versare pari al 2,5% , se effettuato entro i 30 giorni dalla scadenza : 26/01/2011,  o del 3%   se effettuato dopo il 26/01/2011. Il codice tributo da indicare sarà 8904;

Ø     Interessi calcolati al tasso legale dell’1% per ogni giorno di ritardo a partire dal 27/12/2010 il codice tributo da indicare sarà 1991.

 

 

Cordiali saluti,

La Segreteria

 

 

Prot. 312/10 – News 146 – Dal sito www.fiavet.lazio.it