Voucher digitalizzazione PMI

Si informa che con decreto direttoriale del 24 ottobre u.s., il MISE ha finalmente aperto lo sportello di presentazione delle domande sul Voucher per la digitalizzazione delle PMI, previsto dalla L. 9/2014, strumento agevolativo.

I beneficiari del Voucher sono le micro, piccole e medie imprese, nonché i professionisti iscritti al registro imprese.

E’ previsto un contributo di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

Come previsto dall’art.2 del Decreto del MEF del 23 settembre 2014 qui allegato, il Voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;

  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;

  • sviluppare soluzioni di e-commerce

  • fruire della connettività a banda larga e ultra-larga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;

  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Le spese devono essere effettuate successivamente alla prenotazione del Voucher.

Le domande potranno essere presentate dalle imprese a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018.

La procedura informatica sarà accessibile nell’apposita sezione “Voucher digitalizzazione” del sito web del Ministero, a partire dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2018, per precaricare (facoltativo) la domanda.

In ogni caso, una volta precaricata, bisognerà sempre effettuare l’invio della domanda dal 30 gennaio 2018.

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Le imprese ammesse al beneficio ed il relativo importo, saranno pubblicati dal Ministero sul proprio sito web, attraverso un provvedimento cumulativo di prenotazione.

Le spese dovranno essere ultimate entro 6 mesi dalla data di pubblicazione della prenotazione cumulativa.

A tal proposito, si evidenzia che l’importo del voucher pubblicato con la prenotazione cumulativa vale come “provvedimento di concessione dell’aiuto ai fini del calcolo del De Minimis”.

Pertanto se all’impresa viene concesso a marzo 2018 un voucher di 10.000 euro, tale importo sarà registrato (presso il Registro Nazionale degli Aiuti di Stato) come aiuto in De Minimis.

Se in fase di domanda è stata dichiarata una spesa totale di 20.000 euro ed è stato concesso un Voucher da 10.000 euro ma successivamente (entro i 6 mesi previsti)  l’impresa ha rendicontato una spesa inferiore (es. 15.000 euro), il voucher erogato sarà riparametrato alla spesa effettiva (es. 7.500 euro).

Ai fini del calcolo De minims, però, resterà comunque valido l’importo dei 10.000 prenotato inizialmente.

Ai fini dell’assegnazione definitiva e dell’erogazione del Voucher, l’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l’apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando, tra l’altro, i titoli di spesa.

Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determina con proprio provvedimento l’importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili.

Cordiali saluti.

Fiavet Lazio
La Segreteria

Prot. 141/17 – News 87

All. 1 News 87 – VOUCHER DIG. PMI

All. 2 News 87 – VOUCHER DIG. PMI