Digit Tax Credit per le agenzie di viaggi e tour operator – Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 85 del 14 ottobre 2015. Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 85/E del 14 ottobre 2015, ha istituito il codice tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante il modello F24, del credito d’imposta a favore degli esercizi ricettivi, delle agenzie di viaggi e dei tour operator del credito d’imposta riconosciuto dal MIBACT per la digitalizzazione del settore[1].
Come noto, le disposizioni di attuazione del credito d’imposta sono state definite con Decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del 12 febbraio 2015, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze mentre, con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 14 ottobre 2015, sono state definite le modalità e i termini di fruizione dell’agevolazione.
A tal fine, è stato istituito il seguente codice tributo:

  • “6855” denominato “Tax credit digitalizzazione esercizi ricettivi, delle agenzie di viaggi e dei tour operator – art. 9 del D.L. n. 83/2014”.

In sede di compilazione del modello di pagamento F24, tale codice deve essere esposto nella sezione “Erario” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati” ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”.
Il campo “anno di riferimento” è valorizzato con l’anno di sostenimento della spesa, nel formato “AAAA”.
Vi ricordiamo che sono disponibili presso la segreteria tutte le altre circolari sul tema.
 
Cordiali saluti.
Fiavet Lazio
La Segreteria
Prot. 209/15 – News 124
[1] Si veda l’art. 9 della Legge 29 luglio 2014, n. 106, di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge 31 maggio 2014 n. 83.