Turismo scolastico: la Fiavet Lazio apre un tavolo tecnico di lavoro

Si è riunito ieri, presso la sede romana della Fiavet Lazio, il Tavolo Tecnico sui viaggi d’istruzione per fare luce e chiarezza sulle tante difficoltà e interpretazioni che portano a zone d’ombra nella regolamentazione dei rapporti  tra imprese e istituzioni scolastiche. Oggetto dell’incontro sono state le procedure di istituzione delle gare di appalto, le discusse griglie di valutazione messe in atto dagli Istituti e le future ipotesi di regolamentazione della materia, anche sulla base delle novità che hanno interessato il Codice degli Appalti Pubblici negli ultimi anni.

Il dibattito si è soffermato sulla esigenza di individuare un criterio utile per la valutazione delle proposte che coniughi la necessità di trovare la giusta via tra soggettività e oggettività nella documentazione presentata agli Istituti e quale eventuale valore debba avere l’offerta tecnica rispetto alla proposta più economica.

La Fiavet Lazio ha presentato ai membri del Tavolo, composto dalle più importanti Imprese specializzate nei viaggi d’istruzione, uno studio condotto dal Centro Studi regionale Fiavet, utile come punto di partenza per la produzione di un documento condiviso che possa servire anche da base per la revisione del Capitolato d’Oneri siglato da Fiavet e MIUR.

I viaggi d’istruzione sono tra quelle attività per le quali alcune delle nostre Imprese si sono specializzate ottenendo altissimi livelli di professionalità da tempo riconosciuti dagli stessi Istituti – sottolinea Andrea Costanzo, presidente della Fiavet Lazio – La Fiavet Lazio ha ritenuto fondamentale aprire un tavolo di confronto perché si possa arrivare in tempi rapidi a regole certe e condivise che tutelino da una parte la trasparenza e la competitività tra le Imprese e dall’altra la sicurezza e la qualità dei servizi per gli studenti.