Rinvio della rimozione delle restrizioni per il trasporto di liquidi del duty free nel bagaglio a mano

Rinvio della rimozione delle restrizioni per il trasporto di liquidi del duty free nel bagaglio a mano

 

Comunichiamo ai nostri Associati che le norme comuni sulla sicurezza dell’aviazione e le relative misure di attuazione prevedevano la graduale eliminazione delle restrizioni sui liquidi acquistati nei duty-free e trasportati nel bagaglio a mano entro il 29 aprile 2011: da oggi i liquidi duty free acquistati negli aeroporti di paesi terzi o a bordo delle compagnie aeree di paesi terzi  e trasportati in  sacchetti con chiusura di garanzia, potranno essere trasportati come  bagaglio a mano e saranno soggetti solo  ad uno screening.

 

Tuttavia, la Commissione ha raccomandato agli Stati membri di rinviare per un periodo limitato l’abolizione delle restrizioni sul trasporto di liquidi duty free nel bagaglio a mano. Nei giorni scorsi, un numero crescente di Stati membri ha deciso di mantenere, oltre il 29 aprile 2011, il divieto di trasporto di liquidi acquistati in duty free di  paesi terzi. Il parere della Commissione è stato diffuso al fine di evitare una situazione che non avrebbe agevolato il turismo, ma che avrebbe solo causato confusione tra i passeggeri. La Commissione procederà ad un riesame della situazione insieme agli Stati membri e si consulterà con gli Stati Unitiuna delle principali destinazioni dei voli da parte dell’UE.

 

L’UE  sta operando verso una rimozione di tutte le restrizioni sul trasporto di liquido nel bagaglio a mano entro il 2013. Ai passeggeri non è stato consentito di viaggiare trasportando  i liquidi sin dal 2006, pertanto costringendoli a disfarsi dei liquidi trasportati nel bagaglio a mano negli aeroporti europei.

L’intenzione è quella di sottoporre a screening i liquidi trasportati, piuttosto che imporre dei divieti.

 

Un primo passo in avanti sulla strada verso il raggiungimento di tale obiettivo doveva essere attuato dal 29 aprile con lo screening degli acquisti  di liquidi nel ‘duty-free’ effettuato dai passeggeri aerei provenienti da fuori l’UE  che si trasferivano su di un volo in coincidenza. Attualmente, i passeggeri che arrivano in Europa con liquidi acquistati nei  ‘duty-free’ e ​​in trasferimento devono disfarsi di tali liquidi ai controlli di sicurezza.

Questo passo è un traguardo importante e dovrebbe essere attuato il più presto possibile.

 

I passeggeri  potranno trasportare liquidi acquistati nei duty free di tutti gli aeroporti internazionali in Canada e negli Stati Uniti, in sei aeroporti in Croazia (Dubrovnik, Pola, Fiume, Spalato, Zara e Zagabria), nel  Changi Airport di Singapore e nel Kuala Lumpur International Airport in Malesia, in base alle norme speciali che sono già in vigore. I passeggeri in provenienza da questi aeroporti saranno ancora in grado di trasferirsi negli aeroporti europei con i loro liquidi acquistati nei ‘duty-free’. Inoltre, i passeggeri che viaggiano con gli acquisti di liquidi effettuati negli aeroporti dell’Unione europea o a bordo di  vettori aerei dell’UE potranno  trasferirsi negli aeroporti europei senza restrizioni.

 

 

Con i più cordiali saluti.

 

 

La Segreteria

 

Prot. 145/11– News 48 – Dal sito: www.fiavet.lazio.it