Provvedimento Antitrust nei confronti di Air France per pratiche commerciali scorrette

Provvedimento Antitrust nei confronti di Air France per pratiche commerciali scorrette

 

Si segnala che l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nell’adunanza dell’8.1.2015, ha emesso il provvedimento n. 25259 (Procedimento PS 7769), sanzionando l’Air France per aver posto in essere pratiche commerciali scorrette, sia in ordine alla adozione della regola tariffaria c.d. “no show rule” (che prevede l’annullamento del biglietto di ritorno/consequenziale in caso di mancata fruizione di una delle tratte del biglietto aereo di andata e ritorno con destinazioni multiple o comunque che impone una modifica del prezzo da pagare del passeggero), in quanto tale regola è stata imposta da Air France senza un’adeguata informativa, nonché senza la previsione di una specifica procedura che consentisse ai consumatori di avvisare la Compagnia di voler effettuare comunque il volo di ritorno o della tratta successiva, pur non avendo fruito della relativa tratta di andata o precedente; sia in ordine alla offerta di sottoscrizione di polizze assicurative (copertura per l’annullamento del viaggio per spese mediche e similari, in quanto proposte senza una chiara informativa su i limiti della copertura, franchigie o altre limitazioni della polizza stessa).

 

In corso di istruttoria, con decorrenza 6.11.2014, Air France ha modificato le proprie Condizioni Generali di Contratto per il solo mercato Italiano come segue: “Per i biglietti Air France acquistati in Italia tramite il sito www.airfrance.it ovvero per il tramite di biglietterie aeree Air France, agenzie di viaggio, call center Air France, il passeggero, qualora avesse perduto il volo di andata ovvero non possa, per qualsiasi motivo, utilizzare il biglietto per tale volo e voglia comunque utilizzare il biglietto per le ulteriori tratte, deve informare Air France entro 24 ore dall’orario di partenza del primo segmento del volo di andata, chiamando il n. 02.38591272. In assenza di tale comunicazione, Air France si riserva il diritto di richiedere il pagamento di un importo pari alla differenza tra il prezzo già pagato per il biglietto di cui il passeggero è in possesso e quello relativo al prezzo più elevato per l’itinerario così modificato.

 

 

                                                                                    Avv.to Federico Lucarelli

                                                                                        Ufficio Legale Fiavet

 

 

Cordiali saluti.

 

Fiavet Lazio

La Segreteria

 

Prot. 22/2015 – news 15 – dal sito: www.fiavet.lazio.it