Meningite

VACCINAZIONE CONTRO LA MENINGITE MENINGOCOCCICA

 

Disponibile da alcuni
anni, il vaccino attualmente in uso in quasi tutti i Centri è di più ampia
copertura rispetto ai precedenti, conferendo protezione verso la meningite da
“neisseria meningitidis” (meningococco) dei gruppi A, C, Y, W-135.

La vaccinazione è
indicata per viaggiatori che si rechino in paesi dove la meningite è endemica o
ne sia stata segnalata un’epidemia recente o in atto.

Una delle aree
geografiche più a rischio è quella che si estende trasversalmente dal Senegal
all’Etiopia, contrassegnata da ricorrenti epidemie soprattutto durante la
stagione secca (da dicembre a giugno), particolarmente nelle savane.

Comunque riaccensioni
epidemiche vengono frequentemente segnalate anche in molte altre regioni del
globo, dal Sud America al continente africano, al medio ed estremo oriente
(India, Nepal, Mongolia).

Per i viaggiatori il
rischio è tanto più elevato quanto più il soggiorno sarà prolungato o si vivrà
a stretto contatto con la popolazione locale.

Attualmente la
vaccinazione viene anche richiesta obbligatoriamente dall’Arabia Saudita per i
pellegrini che si recano alla Mecca.

Una dose di vaccino
assicura copertura per almeno tre anni, e può essere somministrata anche a
bambini purché abbiano compiuto due anni d’età; in caso di gravidanza va
valutato il rapporto rischio-beneficio.