Maldive – Avviso Ministero Affari Esteri aggiornamento 9 febbraio h. 19.03

Maldive – Avviso Ministero Affari Esteri aggiornamento 9 febbraio h. 19.03

 

 

Il Ministero Affari Esteri-Unità di Crisi ha trasmesso il seguente avviso:

 

“Nella capitale Malé si registrano da alcuni giorni disordini determinati da una crisi politica che ha tra l’altro portato all’insediamento di un nuovo Governo. L’instabilità ha riguardato finora anche altre isole abitate da collettività locali. Non si esclude – in questo periodo di assestamento dei nuovi equilibri – che possano verificarsi ulteriori, improvvisi disordini a seguito di manifestazioni da parte delle fazioni contrapposte.

Nel consigliare di mantenersi in stretto contatto con il proprio tour operator, si raccomanda al momento di evitare di recarsi a Malé (se non in caso di assoluta necessità e dandone sempre informazione al Consolato Onorario d’Italia) e nei villaggi abitati da locali, prestando sempre attenzione ad assembramenti e luoghi isolati, in particolare nelle ore notturne.

L’attività del Malé International Airport (situato sulla vicina isola di Hulhule) è finora proseguita regolarmente, anche se non si possono escludere modifiche nella programmazione dei voli. Si consiglia pertanto di mantenersi adeguatamente informati al riguardo con la propria compagnia aerea.

Le installazioni turistiche non hanno risentito finora dei disordini e lo stesso transito da e per l’aeroporto di Malé continua normalmente. Data la fluidità della situazione, si consiglia comunque di evitare, a titolo cautelativo, escursioni su isole diverse da quelle del resort di permanenza.

Si consiglia in ogni caso ai connazionali di registrare i dati relativi al proprio viaggio sul sito Dove siamo nel mondo.

Nella capitale è presente un ospedale di discreto livello a cui ci si può rivolgere, dietro pagamento delle prestazioni, per interventi non di grave entità. Si fa comunque presente che, in caso di gravi incidenti o dell’insorgere di gravi patologie di tipo sanitario, un’adeguata assistenza si potrà ricevere solo a Colombo oppure – con tempi di percorrenza più lunghi – a Chennay in India. A tale riguardo si consiglia di sottoscrivere un’assicurazione che copra anche le spese sanitarie e l’eventuale trasferimento aereo del malato in altro Paese o il rimpatrio.”

 

 

Vedere voci “Sicurezza” e “Sanità”.

 

 

Cordiali saluti.

 

Fiavet Lazio

La Segreteria

 

Prot. 52/12 –  news 29 – Dal sito: www.fiavet.lazio.it