Federnoleggio Confesercenti – Giovanni Quarzo consigliere comunale Roma Capitale contro NCC regolari con autorizzazioni di Comuni diversi da Roma

Federnoleggio Confesercenti – Giovanni Quarzo consigliere comunale Roma Capitale contro NCC regolari con autorizzazioni di Comuni diversi da Roma.

L’Onorevole Giovanni Quarzo che ha attaccato ieri come un Caterpillar la maggioranza capitolina per il comunicato stampa con cui l’altro ieri l’Assessore Guido Improta è stato costretto a smentire i recenti proclami del Sindaco contro di noi NCC, dovrebbe ricordare di essere stato uno dei 15 consiglieri che, con Aurigemma, frenavano Alemanno quando inveiva ottusamente contro di noi NCC, a favore dei tassisti che lo avevano votato.
Invettive e persecuzioni illegittime oggi come ieri, tanto che Alemanno è indagato penalmente per abuso di potere contro di noi dal PM Erminio Amelio.
L
a mobilità turistica italiana, esercitata da NCC bus e vetture che all’interno del proprio comparto annoverano anche agenzie di viaggio e tour operators, fattura quasi tre miliardi di euro l’anno, occupando più di duecentomila addetti ed essendo una delle migliori risorse dell’Italia.
Siamo stanchi dei politici ci vedono solo come un’opportunità da cogliere o da abbandonare a seconda di come soffia il vento del consenso momentaneo, senza guardare più lontano del proprio naso e senza approfondire personalmente gli argomenti che trattano.
Un paio di mesi fa abbiamo sofferto l’atteggiamento dell’Onorevole Marco Pomarici che, resosi conto di essere l’ago della bilancia nella votazione per il Piano Bus Turistici Roma, in discussione da novembre scorso, ha voluto e ottenuto la chiusura dei parcheggi bus di prossimità per i Musei Vaticani, secondo lui a vantaggio del quartiere dove vive o forse perché i turisti non votano.
Il TAR Lazio, su ricorso di bus, agenzie di viaggio e guide turistiche, ha sospeso d’urgenza l’ottuso provvedimento, così come succede oggi con noi vetture sulla discriminazione territoriale d’accesso tra autorizzazioni di Roma e fuori Roma.
La discriminazione territoriale è illegittima e Federnoleggio chiede ai politici di riferimento di non perseguire ottusamente obiettivi di parte a danno di tutti.
Lupi ha detto giustamente a Uber che terrà conto delle nuove tecnologie ma da noi non potrà pretendere il fax esclusivamente nel comune d’origine che ha rilasciato, come dice la modifica di legge che vorrebbero i tassisti da cinque anni, mentre i grandi poli turistici non rilasciano da decenni.
Così come è cresciuta la tecnologia è cresciuta la domanda.
Ci sarà un motivo se Governi e Ministero hanno prorogato l’applicabilità dell’inapplicabile da cinque anni ad oggi!
Per combattere l’abusivismo di settore bisogna sapere cosa è legittimo e cosa è abusivo.
Provate ad interpellare anche noi che siamo le imprese esercenti NCC con autorizzazioni conferite correttamente in strutture romane che fatturano e pagano tasse e dipendenti, rendendo al turismo un servizio di qualità, contrastato solo da certa politica.

Vice Presidente Nazionale
Luigi Pacilli

Roma, 22 luglio 2014  

www.confesercenti.it
www.confesercentiroma.it

www.federnoleggio.it