Commercio Elettronico

Commercio Elettronico

        

L’11 gennaio, la Commissione Europea ha pubblicato una comunicazione sul commercio elettronico, che presenta un elenco di azioni per il periodo 2012-2014, volto a favorire la crescita di tale commercio nell’Unione europea.

 

La comunicazione è disponibile al seguente indirizzo:

 

http://ec.europa.eu/internal_market/e-commerce/docs/communication2012/COM2011_942_en.pdf

 

La Commissione ha individuato cinque priorità e per ciascuna di esse, presenta un elenco di azioni, alcune delle quali di interesse per il nostro settore.

 

1. Sviluppare l’offerta legale e transfrontaliera di prodotti e servizi online

 

– Invece di revisionare la direttiva sul commercio elettronico, si procederà alla sua attuazione, nonché all’attuazione di altre direttive a tutela del consumatore on-line, che potranno essere migliorate, in particolare attraverso la rete di cooperazione tutela dei consumatori. Nel 2012 sarà effettuato  un approfondito studio di valutazione del recepimento e attuazione della direttiva sul commercio elettronico.

– La Commissione pubblicherà orientamenti per l’attuazione dell’articolo 20 della direttiva sui servizi, che vieta espressamente le discriminazioni del destinatario del servizio basate sulla nazionalità o sul luogo di residenza.

– La Commissione garantirà che le regole di concorrenza sulla distribuzione selettiva siano applicati in modo rigoroso.

– Nel corso di una futura iniziativa sulle pratiche sleali commerciali B2B commerciali, la Commissione esaminerà i problemi dei soggetti interessati nel commercio tradizionale che tendono ad abusare del loro potere contrattuale, nel tentativo di ostacolare l’attività dei nuovi operatori online.

– La Commissione garantirà inoltre che le imprese non abusino della loro posizione dominante nel contesto digitale.

– In materia di IVA, la Commissione ribadisce la volontà di introdurre un mini-one stop shop nel 2015, tra gli altri, per i fornitori di servizi elettronici destinati ai consumatori finali.

 

2. Migliorare l’informazione dell’operatore e la tutela dei consumatori

 

– La Commissione intende migliorare la formazione dei traders online, in ordine ai loro obblighi legali in materia di commercio elettronico.

– Una guida sui diritti dei consumatori europei online sarà pubblicata nel 2012.

– Nel 2013-2014, attraverso il dialogo con le parti interessate, la Commissione vorrebbe sviluppare codici di buona condotta, guide di buone prassi e linee guida per dare ai consumatori l’accesso a informazioni trasparenti e affidabili consentendo loro di confrontare più facilmente i prezzi , la qualità e la sostenibilità dei beni e servizi.

– La Commissione intende aumentare la capacità della cooperazione per la tutela dei consumatori (CPC) di rete, che conduce in particolare esercizi di scansione di siti web per verificare la conformità alla legislazione UE.

– Nel 2012, sarà pubblicata un ‘”Agenda europea del consumatore”. Il suo obiettivo sarà quello di rafforzare la fiducia dei consumatori, con un focus particolare sulle questioni digitali e contenuti digitali.

 

3. Pagamenti affidabili ed efficienti e sistemi di consegna

 

 

– Per quanto riguarda i pagamenti, la Commissione europea ha pubblicato l’11 gennaio un Libro verde dedicato a questo tema.

 

4. Lotta contro gli abusi e risoluzione delle controversie in modo più efficace

 

– Nel 2012, la Commissione adotterà un’iniziativa orizzontale sulle procedure di notifica e di azione, per fermare la pratica illegale nell’ambiente on-line e garantire la certezza giuridica.

– In materia di controversie, la Commissione chiede una rapida adozione delle direttive recentemente proposte sulla risoluzione alternativa delle controversie e sulla risoluzione delle controversie online (vedi FP11-250/4401, inviato il 22 dicembre 2011)

– Nel 2012, si prevede di proporre un’iniziativa legislativa sulla soluzione in linea di business-to-business controversie.

 

5. Implementare reti ad alta velocità e soluzioni tecnologiche avanzate

 

– La Commissione adotterà misure di incoraggiare gli Stati membri a sviluppare infrastrutture dell’informazione e della comunicazione.

 

Si adotterà una strategia globale europea per il cloud computing nel 2012.

 

 

        

                                                                                     Ufficio Legale FIAVET

Cordiali saluti.

 

Fiavet Lazio

La Segreteria

 

Prot. 44/12 –  news 21 – Dal sito: www.fiavet.lazio.it