Certificazione dei crediti verso la Pubblica Amministrazione – Decreto Legge competitività n. 91/2014 convertito, con modificazioni, in Legge n. 116/2014

Certificazione dei crediti verso la Pubblica Amministrazione – Decreto Legge competitività n. 91/2014 convertito, con modificazioni, in Legge n. 116/2014

 

Informiamo gli Associati che la Legge dell’11 agosto  2014,  n. 116, di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge del 24 giugno 2014, n. 91 – pubblicata in G.U. del 20 agosto 2014, n. 192, Supplemento Ordinario n. 72 – ha, tra l’altro, stabilito ulteriori semplificazioni in materia di pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione verso le imprese.

 

L’art. 22 bis, comma 7-bis e 7-ter, della Legge n. 116/2014  ha prorogato al 31 ottobre 2014 il termine per la presentazione dell’istanza di certificazione, tramite l’apposita Piattaforma elettronica del Ministero dell’Economia e delle Finanze, di crediti certi, liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2013 vantati dalle imprese nei confronti di Pubbliche Amministrazioni, con esclusione di quelle centrali, al fine di usufruire della garanzia dello Stato in caso di cessione pro-soluto del relativo credito.

 

Le Regioni, che si trovano sottoposte a piani di rientro del deficit sanitario, potranno certificare i crediti vantati dalle imprese relativi a fatture emesse o a richieste equivalenti di pagamento a decorrere dal  trentesimo giorno successivo a quello di entrata in vigore della legge di conversione del presente Decreto (21 agosto è la data di entrata in vigore della Legge di conversione). Ovviamente tale crediti non potranno usufruire della garanzia dello Stato in caso di cessione pro-soluto.

 

Si segnala che EQUITALIA, con Comunicato del 26 agosto scorso, nell’estendere la modalità di notifica delle cartelle di pagamento tramite PEC possibile ora anche nei confronti delle persone fisiche titolari di partita IVA (ditte individuali), ha precisato che i debiti potranno essere compensati con i crediti erariali o crediti commerciali vantati dallo stesso contribuente nei confronti della Pubblica Amministrazione. In tal caso sarà però necessario rivolgersi ad EQUITALIA per l’assistenza nell’espletamento della procedura.

 

  

                                                          Pierluigi Fiorentino                       
                                                    (Responsabile Servizi Fiscali)                          

                                                                                    

Cordiali saluti.

 

Fiavet Lazio

La Segreteria

 

Prot. 173/14 – News 103 – dal sito: www.fiavet.lazio.it