Aggiornamento della lista della sicurezza aerea dell'UE

Il 14 giugno la Commissione ha adottato un elenco aggiornato dell’UE sulla sicurezza aerea. Il nuovo elenco è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’UE ed  è entrato in vigore il 16 giugno 2018 (giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale).
Vi ricordiamo che l’elenco UE sulla sicurezza aerea è un elenco di compagnie aeree che sono considerate non in grado di rispettare gli standard internazionali di sicurezza aerea, o le cui autorità dell’aviazione civile non sono in grado di fornire il necessario controllo di sicurezza come previsto dalle norme internazionali sulla sicurezza aerea. Le compagnie aeree menzionate nell’elenco della sicurezza aerea dell’UE non sono autorizzate a operare nell’UE, ad eccezione di alcune di esse, che possono farlo solo in condizioni molto severe. La Lista della sicurezza aerea dell’UE  funziona anche come strumento per avvertire i viaggiatori quando si parte per le diverse destinazioni del mondo.
La lista della sicurezza aerea dell’UE può essere consultata sul seguente link:
https://ec.europa.eu/transport/modes/air/safety/air-ban_en
Rispetto al precedente Elenco UE sulla sicurezza aerea pubblicato a dicembre 2017, tutte le compagnie aeree certificate in Indonesia sono  state cancellate dall’elenco, a seguito di ulteriori miglioramenti relativi alla sicurezza aerea che è stata accertata nel paese.
La lista nera dell’UE contiene attualmente un totale di 120 compagnie aeree che sono bandite dai cieli europei, in particolare: 114 compagnie aeree certificate in 15 stati, a causa della mancanza di supervisione della sicurezza da parte delle autorità aeronautiche di questi Stati: Afghanistan, Angola (ad eccezione di una compagnia aerea che opera con restrizioni e condizioni), Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Gibuti, Guinea equatoriale, Eritrea, Gabon (ad eccezione di 2 compagnie aeree che operano con restrizioni e condizioni), Repubblica del Kirghizistan, Liberia, Libia, Nepal, São Tomé e Príncipe, Sierra Leone e Sudan.
Sei compagnie aeree individuali, basate su problemi di sicurezza: Avior Airlines (Venezuela), Iran Aseman Airlines (Iran), Iraqi Airways (Iraq), Blue Wing Airlines (Suriname), Med-View Airlines (Nigeria) e Air Zimbabwe (Zimbabwe).
Sei compagnie aeree sono soggette a restrizioni operative e possono volare solo verso l’UE con specifici tipi di aeromobile: Afrijet e Nouvelle Air Affaires SN2AG (Gabon), Air Koryo (Repubblica popolare democratica di Corea), Air Service Comores (Comore), Iran Air (Iran) e TAAG Angola Airlines (Angola).
Si ricorda agli agenti di viaggio e agli operatori turistici  che hanno l’obbligo ai sensi del Regolamento 2111/2005 di portare l’elenco sulla sicurezza aerea dell’UE all’attenzione del passeggero.
Nel caso in cui il passeggero abbia un contratto con un tour operator per un volo operato al di fuori dell’UE da un vettore inserito nell’elenco di sicurezza aerea dell’UE, – ovvero in tutti i casi in cui non si applica il diritto al rimborso  o alla partenza su un volo alternativo previsto dal Regolamento (CE) 261/2004 – il passeggero ha diritto a un nuovo volo o al rimborso, ai sensi del 2 comma dell’art. 12 del detto Reg. 2111/2005.
Invitiamo le Agenzie di Viaggi a non utilizzare le compagnie aeree in “black list” all’interno di un pacchetto di viaggi nonché per la vendita del singolo volo.
Cordiali saluti
Avv.to Federico Lucarelli
Ufficio Legale Fiavet
Prot. 89/18 – News 43
All. 1 News 43 – air-safety-list_en